I carabinieri hanno arrestato connazionali delle vittime

Canegrate, duplice omicidio dei cugini albanesi: presi i 5 killer - Guarda il VIDEO

A novembre l'auto dei due fu raggiunta da proiettili

Stampa Home
Articolo pubblicato il 05/05/2017 alle ore 08:30.
La scena del duplice omicidio di Canegrate
La scena del duplice omicidio di Canegrate

CANEGRATE - Il rumore dei pneumatici che corrono sull'asfalto, i colpi di pistola e poi lo schianto e poi il silenzio. Furono uccisi così due cugini albanesi, Agron e Alban Lleshaj, lo scorso 10 novembre a Canegrate, freddato da vari colpi di arma da fuoco durante un inseguimento.
Oggi, a seguito di un'indagine dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Monza, i presunti responsabili sono stati arrestati. Si tratta di cinque uomini di nazionalità albanese, finiti in manette in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Busto Arsizio (Varese), con l'accusa di duplice omicidio.
Secondo le indagini dei militari, coordinati dalla Procura di Busto Arsizio, i cinque arrestati sono i responsabili di un agguato mortale a colpi di arma da fuoco verificatosi lo scorso 10 novembre ai danni di due cucini connazionali di 29 e 36 anni.
I loro corpi erano stati rinvenuti da alcuni residenti a bordo di un’autovettura ribaltata e crivellata di colpi.
I cinque presunti killer sono stati arrestati tra Altopascio (Lucca), Zafarolo (Rimini) e Lier (Belgio), dove si erano nascosti dopo numerosi spostamenti tra centro-nord Italia, Albania e Belgio, per sottrarsi alle forze di polizia e al "Kanun", il codice consuetudinario albanese che prevede la vendetta da parte della famiglia di chi viene ucciso.
Seguiranno aggiornamenti e servizio su Settegiorni di venerdì 11 maggio






Territori

Cronaca

Cultura

Economia

Politica