Cerro, Morto il cerrese finito contro il palo, ma la catena del soccorso ha funzionato

Stampa Home
Articolo pubblicato il 15/04/2017 alle ore 14:12.
Cerro, Morto il cerrese finito contro il palo, ma la catena del soccorso ha funzionato
Cerro, Morto il cerrese finito contro il palo, ma la catena del soccorso ha funzionato

CERRO MAGGIORE - Non ce l'ha fatta l'automobilista che ieri pomeriggio ha accusato un malore finendo poi contro un palo della luce. L'incidente é accaduto intorno alle 18 in via Boccaccio. La vittima è Roberto Gianazza 74 anni residente in paese.

«Spiace per il triste epilogo  ma la catena dell'emergenza ha funzionato» - commentano dall'associazione Sessantamilavitedasalvare che in questi anni é attiva nella diffusione di defibrillatori (apparecchi che possono salvare la vita in caso di arresto cardiaco). «Un passante, infatti, ha prontamente preso e utilizzato il defibrillatore che si trova lungo la pista ciclabile, all'altezza della gelateria Re, prima dell'arrivo dei soccorsi. Poi di defibrillatori ne sono arrivati altri due, portati sempre da altri cittadini.

Come insegnamo nei nostri corsi i defibrillatori possono salvare la vita, tranne che in una piccola percentuale di casi e in questi ultimi rientra il caso del cerrese. La catena dell'emergenza ha funzionato, con cittadini che hanno saputo come agire utilizzando il defibrillatore che era in zona. Abbiamo quindi seminato bene». L'uomo, infatti, aveva accusato un malore e, successivamente, era stato portato in ospedale. 

Tags: cerro maggiore,incidente contro palo

Territori

Cronaca

Cultura

Sanità