Basket, gara 2 dei playoff di A2

Legnano-Roseto 69-60

Partita entusiasmante per i Knights

Stampa Home
Articolo pubblicato il 03/05/2017 alle ore 09:11.
Legnano-Roseto 69-60 2
Legnano-Roseto 69-60 2

LEGNANO - Gara due porta come novità l'infortunio di Martini, che per tutto il primo e il secondo quarto è confinato alla panchina e non vede mai il campo. Legnano vince con il punteggio di 69 – 60, arrivando a un massimo vantaggio di 19 punti nel terzo quarto e vivendo di rendita dell'ultimo periodo, dove le triple di Raivio hanno avuto un peso specifico davvero elevato. Il primo quarto parte con solo i colori biancoblù a referto, con un parziale di 0 – 7. La reazione legnanese parte dalla grinta difensiva di William Mosley, che vale una dose di agonismo per i compagni, sempre in crescendo durante la partita. Come in gara uno Roseto difende solo a zona, ma il primo periodo è dei Knights: 16 – 14 alla prima sirena. Notevole l'approccio del giovane Roveda nella posizione di regia e, come sempre, la fase difensiva di William Mosley. Gli Sharks si affidano alle giocate di Smith e Amoroso, ma faticano a bucare la trincea biancorossa per tutto il secondo quarto ( come in quasi tutta la partita), nel quale perdono fino a 10 lunghezze. All'intervallo il risultato è di 33 – 25. Il rientro dagli spogliatoi continua a premiare la formazione di casa, che gioca in maniera perfetta la fase difensiva costringendo molto spesso Roseto al tiro disperato degli ultimi secondi. Con il terzo quarto si rivede Raivio nella forma migliore e un attacco legnanese in grado di penetrare più volte la difesa a zona degli ospiti e arrivare ad un massimo vantaggio di 19 punti, prima di chiudere il quarto sul punteggio di 53 – 41. Nell'ultimo periodo Roseto è confinata oltre la linea dei tre punti e costretta al gioco perimetrale, missione compiuta positivamente solo da Smith e Fultz che tengono in orbita la propria squadra, comunque sotto di 10 punti, fino all'ultima sirena. Al contrario, Legnano risponde bene alla chiamata playoffs nonostante le assenze e gioca con tutto il roaster disponibile ad un ottimo livello, giovanissimi compresi, e riesce a tenere a distanza di sicurezza gli ospiti grazie soprattutto alle triple di Raivio, che segna con il 70% da oltre la linea più distante e chiude gara due con 31 punti segnati.

Territori

Cronaca

Cultura

Sanità