Magenta, Scatta la chiamata alle urne

Stampa Home
Articolo pubblicato il 10/06/2017 alle ore 21:12.
Magenta, Scatta la chiamata alle urne
Magenta, Scatta la chiamata alle urne

MAGENTA - Domenica 11 giugno i magentini sono chiamati a scegliere il nuovo sindaco. Potranno rinnovare la fiducia a Marco Invernizzi (Magenta domani) o puntare su uno tra Giovanni Caso (M5S), Chiara Calati (Centrodestra), Silvia Minardi (Progetto Magenta) o Giuseppe Rescaldina (Assieme Ripartiamo). 

Come si vota
I seggi saranno aperti dalle 7 alle 23. 
Si vota con una sola scheda di colore azzurro su cui sono già riportati i nominativi dei candidati alla carica di sindaco con a fianco il simbolo o i simboli delle liste collegate. Il voto può essere espresso in tre modi: si può tracciare un segno solo sul simbolo di una lista: in questo modo viene assegnata la propria preferenza alla lista scelta e al candidato sindaco che appoggia; si può tracciare un segno sul simbolo di una lista e poi un segno su un candidato sindaco non collegato a quello schieramento (voto disgiunto); oppure tracciare un segno solo sul nome del candidato sindaco, senza esprimere preferenze per la lista.

E’ possibile inoltre esprimere la propria preferenza per i candidati al Consiglio comunale, scrivendo il cognome del candidato (in queste due pagine tutti i componenti delle liste) accanto al simbolo della lista cui appartiene.
Volendo, si possono esprimere due preferenze, purché della stessa lista e di diverso sesso. Viene eletto sindaco il candidato con la maggioranza assoluta dei voti (50% +1). Se nessuno raggiungerà tale soglia, come è molto probabile con cinque candidati, i due più votati si affronteranno al ballottaggio domenica 25 giugno, dove verrà eletto chi avrà la maggioranza dei voti.

Territori

Cronaca

Cultura

Politica